ACCADEMIA DEL GIOCO DIMENTICATO

Accademia del gioco dimenticato

Dal giugno 2009:
"Il giardino dei giochi creativi" Salani Editore
di Giorgio F. Reali e Claudio Procopio

Ecco  due bei libri per i genitori di Milano!!
in quello di sinistra siamo citati anche noi

 

 

Giorgio Reali, Peter Pan del terzo millennio, ha una valigia piena di tappi di bottiglia, elastici di varie misure, biglie di vetro, sassi, monete, conchiglie, corde, per giocare a tollini, cacciabiglie, lippa, catapulta, schioppetto, pulci. Sono i giochi che i padri e i nonni facevano per strada e nei cortili: giochi contadini, giochi rari, giochi storici, giochi dimenticati.
In questo manuale i due autori restituiscono a genitori smemorati e a bambini curiosi i giochi di una volta, e soprattutto insegnano loro a costruirli e a giocare, grazie alle divertenti e dettag[iate illustrazioni di Niccolò Barbiero e a precise indicazioni — dai materiali e dagli spazi necessari alle regole per il loro svolgimento — proponendo anche suggerimenti per le penitenze.
Due le caratteristiche più importanti: i costi bassissimi o nulli (a volte bastano un tavolo e dei tappi di bottiglia, oppure semplicemente un gruppo di bambini) e la forte componente creativa. La fantasia, materia prima di ogni gioco e risorsa potenzialmente infinita di ogni bambino, e l’aiuto dei genitori nella realizzazione pratica, basteranno a soddisfare una delle esigenze primarie dell’uomo: il divertimento.

 

Vi siete mai chiesti che cosa sapete della vostra famiglia? La vostra famiglia esisteva già prima che voi nasceste. Che cosa vi hanno raccontato di allora? Per questa ricerca i nonni, insieme ai genitori, sono una fonte importantissima di informazioni!
Diventate degli investigatori e iniziate a raccogliere insieme a loro le informazioni che trovate in casa. Disegnate l'albero genealogico della vostra famiglia, costruite la nonnomobile, pubblicate le ultime notizie nel giornale di casa La Voce dei Nonni, preparate la Scatola della Memoria da spedire nel futuro e diventate campioni di Nonna, lasci o raddoppi?.

 

 

 

Giorgio Reali, convinto ludonauta, regista teatrale, sceneggiatore, inventore di giochi, disegnatore di parchi per bambini, studioso di giochi adatti all'handicap con particolare attenzione per i non vedenti, partecipa abitualmente alle più importanti manifestazioni che riguardano il gioco. È fondatore dell’Accademia del gioco dimenticato di Milano e coordinatore di “Città in gioco", l’associazione delle città italiane che possiedono un museo dedicato ai giochi dei bambini.
Niccolò Barbiero progetta, scrive, inventa riviste, libri e sceneggiature per ragazzi. Per diversi anni ha collaborato per la trasmissione televisiva “L’Albero Azzurro” (realizzando anche alcuni pupazzi protagonisti!). Ha pubblicato libri di giochi per ragazzi (da Salani è uscito Giochi di mano), ha illustrato storie e creato personaggi per diverse case editrici italiane.

Il giardino dei giochi dimenticati
di Giorgio F. Reali e Niccolò Barbiero
Salani Editore

Prefazione di Stefano Bartezzaghi

Dopo aver fatto una decina di recensioni riguardo libri o saggi sul gioco di "colleghi" provo un poco di timore nel "raccontare " il nostro. Una garanzia importante per il lettore è che questo testo non è il solito incarico dato ad uno scrittore che si documenta (ovviamente bene) e poi scrive: noi giochiamo continuamente con i bambini quindi trasmettiamo nel libro il nostro entusiasmo nel "fare" ed il "loro" stupore nel giocare con le cose che costruiamo.
Niccolò è stato bravissimo nel sintetizzare il fiume di nozioni riguardo i vari giochi, nel rendere semplice certi miei contorti racconti riguardo giochi stranissimi che ho visto fare in alcuni paesi sperduti (come in Grecia o nella campagna olandese), ammirevole anche la sua capacità di suddividere i vari giochi per difficoltà di costruzione o di svolgimento. Per certi versi questo libro è come il Cucchiaio d'argento, dove le "sposine" apprendevano nozioni "altamente" specifiche: certo molti papà sanno giocare con i loro bambini, sanno calciare una palla, sanno spingere l'altalena……questo libro li farà divertire un sacco, forse più dei bambini. Non voglio attirare le ire delle mamme se dedico il lavoro ai papà, ma sono loro che devono fare mea culpa se certi passatempi (elettronici….) d'oggi hanno annullato lo spirito di gruppo dei bambini che vivevano nei cortili solo pochi anni fa. Spesso nelle conferenze cui sono invitato qualche "giovane" cronista mi addita come "paladino" dei giochi persi, quasi un Don Chisciotte che armato di lancione cerca di infilzare il mostriciattolo di turno: no assolutamente. Non odio la Playstation, odio la sua funzione d'oggi (di ammazzafantasia) odio certi videogame che "legalizzano" la violenza.  Sono invece per un sano equilibrio: vorrei che tutti fossero come mio figlio che mi batte (a fatica) a biglie, perde a scacchi e vince (facilmente a  Gameboy). Con settembre l'Accademia riprenderà i suoi "ludomeeting" incontri ristretti a 5/6 papà che, insieme ai loro bambini (o ragazzi) possono insieme a me costruire dei giochi. Se il tempo è bello tali incontri avvengono al Bosco delle favole, un angolo di foresta "scoperto in zona Navigli, altrimenti in Via Adige 11 (Zona Corso Lodi), a Milano. OK, torniamo al libro uscirà nelle librerie il 30 agosto ed ha un costo di 9,5 euro  Spiega (con ottimi disegni di Niccolò) ben 70 giochi, in maggioranza "nostrani" ma con alcune assolute chicche che non trovate in nessuna altra edizione analoga (io da esperto faccio collezione dei lavori dei colleghi, ne ho circa 20…..)  Nel libro trovate poi la classifica dei 100 giochi votati dai bambini durante le nostre mostre o giornate organizzate nell'estate del 1999, pensate oltre 20.000 schede. Poi un cenno ai principali Musei del giocattolo sia in Italia che all'estero: bambini carta e penna e "attaccate" papà, fatevi portare a visitarne almeno uno ogni 4 mesi (chiedo troppo???)
 Ricordo che nel corso della ricerca sono stati votati 286 (!!!!!!!!) giochi, naturalmente anche molti "da tavolo" che noi abbiamo trascurato salvo quelli "che si fanno" senza acquistarli.  Concludo con un sogno: che in ogni provincia italiana vi sia un Centro di Documentazione del gioco storico, in base a questo libro qualsiasi bibliotecario, animatore "sveglio" o Assessore appassionato può realizzarlo. Scriveteci, inseriremo la notizia nel sito e soprattutto indicheremo la località nella ristampa di questo libro.
Giocando insieme e non solo regalando giochi che si conquista l'affetto di un bambino.
Buon gioco!!!!
Giorgio f Reali

chi siamo | sede | eventi | contatti | ©2006 Associazione Accademia del gioco dimenticato, Milano tel. 328-9065684 / 333-5430050

La riproduzione, la pubblicazione e la distribuzione totale o parziale, di tutto il materiale contenuto in questo sito, incluso il framing, i mezzi di riproduzione analogici e, in genere, la memorizzazione digitale sono espressamente vietate in assenza di autorizzazione scritta del titolare dei diritti. © Associazione culturale Accademia del gioco dimenticato Milano